nn5n Foundation
Branch of SCP Foundation
nn5n: scp-921 Museo dei Ricordi
EuclidSCP-921 Museo dei RicordiRate: 145
SCP-921
St_Ninian%27s_Cave_-_entrance.jpg

Entrata di SCP-921

Elemento #: SCP-921

Classe dell'Oggetto: Euclid

Procedure Speciali di Contenimento: Il sito di ricerca 346 è stato costruito all'interno di SCP-921. I cartelli che indicano un rischio vulcanico e di terremoto devono essere affissi intorno all'area di contenimento di SCP-921, al fine di scoraggiare le visite civili. Gli agenti della Fondazione devono essere camuffati come membri del Servizio forestale statale armeno e devono garantire che l'area sia libera in ogni momento. L'interazione con le istanze di SCP-921-1 è consentita a tutto il personale che ha superato il processo di autorizzazione generale per il Sito, mentre l'interazione diretta con SCP-921-2 richiede l'autorizzazione del direttore del Sito, il Dr. Siril.

Descrizione: SCP-921 è un complesso sotterraneo di stanze, tunnel e camere di varie dimensioni, composizione ed età che circondano una camera centrale, situata nella zona montuosa vicino a ████████, ██. Mentre alcune sembrano essere caverne naturali, altre sono chiaramente create dall'uomo, o sono state formate attraverso mezzi del tutto sconosciuti. La natura anomala di SCP-921 deriva dagli oggetti contenuti (d'ora in poi denominati SCP-921-1), i quali causano degli effetti su coloro che interagiscono con essi. Molte delle stanze di SCP-921 contengono formazioni rocciose o della flora sotterranea (nelle stanze simili a caverne), oggetti banali (nelle stanze create dall'uomo) o altri oggetti (nelle stanze non classificate). Questi oggetti sembrano contenere "sensazioni" - quando si interagisce con essi, ogni oggetto farà sì che il suo utente sperimenti una combinazione di viste, suoni, profumi e altri input sensoriali, oltre che emozioni. Non sono stati osservati effetti duraturi o dannosi dovuti all'interazione con le istanze di SCP-921-1.

La camera centrale di SCP-921 ospita un'entità incorporea (d'ora in poi denominata SCP-921-2), che si rivolge a coloro che entrano nella camera principale di SCP-921. La voce di SCP-921-2 proviene dal soffitto della camera centrale, sebbene non sia stata trovata alcuna fonte ovvia. SCP-921-2 sembra essere una sorta di guida e di controllore per le istanze di SCP-921-1 alloggiate all'interno di SCP-921; quando richiesto, fornirà indicazioni su un oggetto o un'area specifica di SCP-921 o offrirà una spiegazione limitata della sensazione contenuta in un singolo oggetto. L'esatta intelligenza di SCP-921-2 è incerta.

SCP-921-2 si riferisce a varie sezioni di SCP-921 come "ali" e alle istanze di SCP-921-1 come "punti focali". Ogni ala, stanza e oggetto è nominata. Nuove stanze e ali appariranno occasionalmente all'interno di SCP-921, contenente nuovi punti focali. Queste nuove aree di SCP-921 saranno sempre collegate a un'ala esistente della stessa composizione generale.

Descrizione: Una serie di grotte naturali di grandi dimensioni, collegate da una serie di gallerie, molte sommerse dall'acqua. Alcune sezioni di questa ala ricevono la luce solare naturale. I punti focali in questa sotto-area sono formazioni di stalagmiti e stalattiti.

Punti focali degni di nota:

  • Punto focale #3 ("Picco estivo"): Una singola stalagmite, alta 8,6 metri, attivata al tocco. Si percepisce una sensazione di vertigini acute, oltre a una sensazione di freddo (descritta da soggetti simile a quella percepita quando si indossano vestiti caldi in un clima freddo) e aria sottile. I soggetti sentiranno occasionalmente diverse frasi ripetute in tedesco e inglese ("Troppo ripido", "Lasciatelo", "Dobbiamo tornare indietro", "Una tale perdita").

Commento di SCP-921-2: "Una spedizione fallita, una sfida insormontabile, per un po la morte arriva lentamente, mentre gli uomini riconsiderano e alla fine fuggono".

  • Punto focale #12 ("La prova"): Una piccola stalagmite, posta di fronte a due stalagmiti più grandi. Si percepisce una sensazione di sfida, paura e certezza della propria innocenza, oltre ad una candela. Si possono sentire voci che parlano in olandese ed ebraico ("Pensieri pericolosi", "Deve essere rimosso dalla comunità e dalla città", "Panteista! Eretico!", "Non è più uno di noi").

Commento di SCP-921-2: "Un uomo piccolo è accusato di grandi pensieri. Il suo mondo è troppo perfetto anche per i suoi pari, quindi lo lasciano da parte. Tutta la sua luminosità non fa nulla per proteggerlo dal dolore."

  • Punto focale #19 ("Marea di Piombo"): Una formazione di undici stalattiti che circondano due stalagmiti. Tutti tranne una delle stalattiti sono rotte. Si percepisce una sensazione di smarrimento, ansia e sete di sangue, oltre all'odore della polvere da sparo, al rumore sferragliante delle mitragliatrici e allo scricchiolio della sabbia sotto gli stivali militari.

Commento di SCP-921-2: "Una marea vorticosa di ferro scorre per annegare una piccola isola di cremisi, invece le onde si infrangono sulle sue rive, il loro ferro macchia le sabbie. La marea non ha mai avuto una possibilità."

Descrizione: Una serie di sale studio e uffici, ognuna con una scrivania e un mezzo di scrittura. I punti focali in quest'area sono le scrivanie o gli strumenti di scrittura.

mt-havre-underground-office.JPG

Sotto-area 11, punto focale #4

Punti focali degni di nota:

  • Punto focale #4 ("Un Momento di Pace): Una macchina da scrivere in uno studio ricercato. Si percepisce una visione di un bunker sotterraneo occupato da diverse giovani donne in uniforme militare, tutte che lavorano su macchine da scrivere simili al punto focale. Il suono di un bombardamento può essere sentito dall'alto. Inoltre, si sente un debole odore di fumo di sigaro e una sensazione di sicurezza e calma.

Commento di SCP-921-2: "Mentre infuria la tempesta di fuoco sopra di loro e la base della loro stessa vita è minacciata, sono sicuri di sapere che stanno facendo tutto ciò che è in loro potere per aiutare, e così continuano."

  • Punto focale #9 ("Autunno"): Una penna d'oca ed un calamaio, posizionati su un piccolo tavolo di legno in una stanza altrimenti vuota. Instilla due sensazioni contrastanti "sovrapposte" l'una sull'altra: la prima è la vista di una campagna in autunno, l'odore delle mele mature e il suono dell'acqua che scorre in un ruscello. Il secondo è la vista di una stanza buia e ammuffita, la sensazione di lenzuola sporche e un dolore acuto al petto.

Commento di SCP-921-2: "Un momento perfetto nel tempo, catturato per sempre da uno che non ha vissuto per sperimentarne molti: preso troppo presto, è stato consumato dalla sua stessa fiamma. La sua conflagrazione brucia ancora nella mente degli altri".

  • Punto focale #13 ("Rimpianto"): Una penna stilografica, appoggiata su una scrivania in stile Luigi XV. Instilla la sensazione di apprensione, incredulità e vergogna. Si può sentire il legno economico intorno al collo e si può sentire la beffardia e il tifo (in francese) di una grande folla di persone, così come il profumo di frutta marcia e ruggine.

Commento di SCP-921-2: "Disprezzato per errori che non poteva evitare di fare, tradito da uno del suo stesso sangue per un premio già perso per entrambi, destinato a essere ricordato come un tiranno quando era solo un matto. Seguirono veri tiranni."

Descrizione: Una collezione di cantine rivestite di mattoni. Ogni cantina contiene quattro scomparti, due numerati e due non numerati. I punti focali in quest'area sono i compartimenti non numerati.

wine-cellar-in-underground-edinburgh-edinburgh.jpg

Sotto-area 15

Punti focali degni di nota:

  • Punto focale #1 ("Genesi") È lo scompartimento non numerato sopra il compartimento #1. Instilla una visione di una sala riunioni, contenente un lungo tavolo in legno e tredici poltrone in pelle. Le voci che parlano in inglese, francese, tedesco, italiano e spagnolo possono essere ascoltate, ma non sono chiare da decifrare. Vengono anche instillati sentimenti di preoccupazione, determinazione e segretezza.

Commento di SCP-921-2: "I giardinieri si riuniscono per discutere della loro più grande creazione, cercano di intrappolarci con Typhoon e Jörmungandr, i Grifoni ed i Segugi dell'Inferno, ma non sono dei."

  • Punto focale #13 ("Nel deserto") È lo scomparto non numerato sopra lo scomparto #13. Instilla una visione della stessa sala riunioni vista nel punto focale #1. Mancano cinque sedie e non si sentono più voci. Vengono anche istillati sentimenti di tradimento, rabbia e incredulità.

Commento di SCP-921-2: "Gli insetti masticano, scavano e mordono le grandi viti, insaziabili, cercano i frutti dolci dell'albero, non si curano di ciò che sta sotto. I giardinieri non possono fare altro che guardare".

  • Punto focale #21 ("San Giorgio e il drago"): È lo scompartimento non numerato sopra il compartimento #21. Infonde un senso di rabbia, eccitazione e disgusto, oltre all'odore di terra e sangue bagnati. Si possono udire forti ruggiti provenienti da due fonti separate.

Commento di SCP-921-2: "Questo George non era un santo, come i suoi scudieri presto impararono: bloccato in battaglia, non c'era cavalleria da trovare tra il cavaliere e il drago. Presto furono entrambi rinchiusi come bestie. Se lo meritavano"

Descrizione: Un tunnel lungo un chilometro composto da piastrelle di composizione e marca sconosciuta. La più grande sotto-area scoperta. I punti focali in quest'area si trovano all'interno di cavità nelle piastrelle.

Punti focali degni di nota:

  • Punto focale #327 ("Battesimo seghettato"): È stata trovata una cavità di 132,5 metri all'interno del tunnel. Infonde un senso di enorme dolore fisico e paura, seguito da un senso di euforia e tranquillità. Si può anche sentire il canto della voce in una lingua sconosciuta e l'odore del metallo.

Commento di SCP-921-2: "Il Lupo di Ferro rimuove un altro dal gregge del Pastore di Carne. Quelli che vengono presi non sono più pecore".

  • Punto focale #585 ("Unità rara"): È stata trovata una cavità di 301 metri all'interno del tunnel. Instilla una visione di un piccolo gruppo di persone che pregano in diverse lingue, in particolare l'arabo, il latino e l'ebraico. Si sente anche un senso di fascino, sospensione e incertezza.

Commento di SCP-921-2: "Nel timore di un grande incendio, gli animali della foresta dimenticano vecchi rancori: cos'è un lupo quando il marchio fiammeggiante si avvicina sempre più?"

versione della pagina: 11, ultima modifica: 23 Jun 2018 20:19
Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License

Privacy Policy of website