nn5n Foundation
Branch of SCP Foundation
nn5n: scp-3007 Un Mondo di Due Artisti
KeterSCP-3007 Un Mondo di Due ArtistiRate: 205
SCP-3007

ATTENZIONE

IL SEGUENTE DOCUMENTO È CLASSIFICATO COME UN RISCHIO INFORMATIVO DI LIVELLO VI. ACCESSO NON AUTORIZZATO RISULTERÀ IN TERMINAZIONE TRAMITE AGENTE MEMETICO LETALE. PROCEDERE A VOSTRO RISCHIO E PERICOLO.




























































































Memetic%20kill%20agent.jpg


AGENTE MEMETICO LETALE ATTIVATO


SEGNI VITALI STABILI CONFERMATI


RECUPERO FILE IN CORSO…














































City

Rappresentazione artistica di SCP-3007-3, creata da SCP-3007-2GV. Dipinti non visibili nell'immagine (vedi Addendum 3).

Elemento #: SCP-3007

Classe dell'Oggetto: Keter

Procedure Speciali di Contenimento: Ospedali e media in tutto il mondo devono essere monitorati nel caso di un'apparizione di SCP-3007-1. Istanze di SCP-3007-2 devono essere prese in custodia dalla Fondazione, e l'esplorazione di SCP-3007-3 mediante SCP-3007 può essere condotta sotto la supervisione di un membro del personale con Autorizzazione di Livello 3. Tutti gli individui confermati come casi di SCP-3007-2 devono essere terminati immediatamente. Civili che non sono stati influenzati da SCP-3007-1 e che acquisiscono informazioni su SCP-3007-3 devono ricevere la somministrazione di un amnestico di Classe A. Membri del personale che dimostrano riluttanza o noncooperazione nell'esecuzione delle procedure sopra descritte devono essere amnestizzati e trasferiti immediatamente, in quanto una breccia del contenimento di SCP-3007 ha alta probabilità di risultare in un evento di Classe XK Fine del Mondo.

Descrizione: SCP-3007-1 è un fenomeno allucinogeno ricorrente, che incorre in persone casuali, senza un apparente schema riguardante età, sesso, razza, stato di salute o occupazione. SCP-3007-1 colpisce approssivamente ██ individui in tutto il mondo (designati SCP-3007-2) in ogni momento, e nuove istanze continuano ad emergere nonostante gli sforzi della Fondazione volti alla loro eliminazione. Al momento, la morte è l'unico metodo che ha avuto effetto nella prevenzione o interruzione di SCP-3007-1. SCP-3007-1 avviene casualmente, in media quattro volte al giorno per soggetto. La durata è tipicamente fra i cinquanta e gli ottanta minuti.

I soggetti colpiti da SCP-3007-1 riportano di essere stati trasportati in un luogo, designato SCP-3007-3. La descrizione di SCP-3007-3 è perlopiù identica fra i diversi soggetti, ma non sembra essere simile ad un luogo presente sulla Terra. Anche se SCP-3007-1 accade di solito a diversi soggetti simultaneamente, non ci sono casi confermati in cui dei soggetti si sono incontrato fra loro mentre all'interno di SCP-3007-3. Durante SCP-3007-1, i soggetti sono in grado di muoversi fisicamente, ma riportano di essere in grado di percepire la realtà circostante soltanto attraverso udito e tatto. I soggetti possono quindi navigare SCP-3007-3, e mantenere allo stesso tempo contatto con individui che non sono sotto l'effetto di SCP-3007-1. I sensi della vista, dell'olfatto e del gusto all'interno di SCP-3007-3 sembrano essere uguali a quelli della realtà locale.

Ogni trauma fisico o ferita ottenuta sotto l'effetto di SCP-3007-1 si manifesterà sui soggetti all'interno della realtà locale. Ad oggi, ci sono stati ██ soggetti morti a causa di impatti da grande altitudine, presumibilmente a causa di azioni prese mentre sotto l'effetto di SCP-3007-1. In più, i suoni originanti da SCP-3007-3 possono essere chiaramente percepiti nella realtà locale in un raggio di due metri di SCP-3007-2. Questi due attributi provano fino ad un certo punto l'esistenza di SCP-3007-3

Addendum 1: Log dell'Intervista 3007-2C, il primo resoconto registrato di SCP-3007-3.

Intervistato: SCP-3007-2C, una pensionata di 68 anni dalla Sud Corea.

Intervistante: Dr. ████

Data: 12/07/20██

Premessa: Il dialogo è stato tradotto dal Coreano. Il soggetto è stato fra i primi casi di SCP-3007-2 ad essere scoperto, e, in quel momento, l'unico soggetto sano di mente.

<INIZIO TRASCRIZIONE>

Dr. ████: Buongiorno, Miss H██████. Come si sente?

SCP-3007-2C: Non tanto bene, temo. Sto avendo difficoltà a dormire.

Dr. ████: Gli esami medici indicano che lei è in buona salute, quindi è possibile che questo sia causato dalla sua condizione?

SCP-3007-2C: Condizione? Oh, dice le visioni. Sì, continuo a pensare a quel posto.

Dr. ████: Quel posto?

Il soggetto annuisce.

SCP-3007-2C: Sì. Prima, era tutto sfocato, come un sogno. Riuscivo a malapena a riconoscere che si trattava dello stesso posto, per quanto poco ricordavo. Questa volta, però, è stato diverso. Riuscivo a vedere tutto il paesaggio chiaramente.

Dr. ████: Vorrei, se non le dispiace, che descrivesse questo luogo nel dettaglio.

SCP-3007-2C: Sono sicuro che le sembrerà da pazzi, ma mi deve credere. Dopo che la visione era cominciata, mi sono trovato in una qualche sorta di stretto ponte sospeso. Era giorno, ma la luce solare era piuttosto debole, come se fosse offuscata dallo smog. C'era un'odore orribile nell'aria- tipo carne marcia e spazzatura. di vomito//

Dr. ████: Si sente bene?

SCP-3007-2C: Sì… è solo che parlarne mi fa ricordare… Scusa, ora riprendo. Potevo vedere molto lontano, visto quanto ero in alto, e attorno a me c'erano le rovine di… una città. Beh, almeno credo. Gli edifici erano davvero unici, non ho mai visto nulla del genere, sembravano più alberi che grattacieli. Erano così alti che ho dovuto alzare la testa per vederne la cima sottile come un ago. Alcuni erano dritti, ma la maggior parte erano caduti, o erano stati ridotti in macerie. Quando le vertigini mi sono finalmente passate, sono andata al bordo del ponte e ho guardato verso il basso. Non sono riuscita a vedere il terreno, da quanto ero in alto, era come se la città continuasse in eterno nell'oscurità. Mi sono dovuta allontanare prima che vomitassi, o che perdessi l'equilibrio. Migliaia di ponti, proprio come quello su cui mi trovavo, sembravano essere gli unici collegamenti fra gli edifici. Detto questo, molti di essi erano rotti. Tutte le strutture erano fatte di un materiale liscio, metallico, ma non luccicava, anzi, era bianco come un osso.

Dr. ████: È riuscita a vedere qualche essere vivente fra le rovine?

SCP-3007-2C: No. Niente animali, niente persone, nulla. Non c'erano neppure piante. Pensavo che degli edifici abbandonati da quelli che sembravano essere anni ne sarebbero stati pieni, ma non c'era traccia di vita.

Dr. ████: Capisco. C'è stato altro degno di nota?

Il soggetto si agita, visibilmente a disagio.

SCP-3007-2C: C'era un'altissima colonna nera visibile in lontananza. Era più spessa, ed era molto diversa dagli altri edifici, quindi mi sono incuriosita e ho provato ad arrivarci. Penso che sarei riuscita ad arrivarci, ma sul sentiero che stavo percorrendo c'erano delle… cose… lì, per terra… Dottore, devo davvero continuare? Non voglio ricordarlo. La prego, possiamo fermarci qui?

Dr. ████: Vedo che è turbata, ma la devo pregare di riprendere il resoconto.

Il soggetto si copre la bocca con una mano ed inizia a piangere.

SCP-3007-2C: Sono spiacente. Mi sono soltanto spaventata, tutto qui. I cadaveri. Erano sparsi ovunque. Erano tutti secchi, mummificati, quindi devono essere morti molto tempo fa. Pensavo che si trattassero di animali all'inizio, diversi tipi, ma quando ho dato un'occhiata più da vicino- Penso che fossero persone, ma i loro corpi erano sbagliati. Contorti. C'era un uomo, penso, le sue ossa sporgevano dalla pelle, come degli arti extra. Aveva le braccia alzate, probabilmente le stava graffiando quando è morto. Vicino a lui c'era un bambino… penso che fosse un bambino. La sua testa era sciolta, come cera, ma era alto quanto mio nipote… Oh, Dio… Alcuni erano fusi fra loro… pressati a forma di cubi… Oh Dio, ti prego… no no no…

Il soggetto continua a parlare in modo sconnesso per diversi altri minuti. SCP-3007-2C discende infine in uno stato di isteria e rifiuta di offrire altre descrizioni. I tentativi di persuasione sono privi di successo, e il soggetto viene determinato non essere in grado di continuare l'intervista.

Dr. ████: La ringrazio, per oggi è tutto.

<FINE LOG>

Dichiarazione Finale: I livelli di distruzione osservati e i suoi effetti psicologici sui soggetti è preoccupante. Investigazioni future su quest'anomalia saranno volti all'ottenere informazioni riguardanti questo luogo, e la sua correlazione con SCP-3007-1. - Dr ████

Addendum 2: La presenza di una colonna gigantesca appare in molti dei rapporti di SCP-3007-2. Secondo i soggetti, l'oggetto è visibile fin dal loro punto d'inizio all'interno di SCP-3007-3, e sembra essere più importante delle altre strutture nella città. Vista la sua potenziale significanza, Dr. ████, ricercatore capo di SCP-3007, suggerisce fortemente che un'investigazione di essa sia necessaria.

Soggetto: SCP-3007-2GV, precedentemente conosciuto come E███ R█████. Il soggetto è un maschio di 23 anni, Australiano, precedentemente un illustratore. È stato notato che il soggetto possiede una memoria eccezionale.

Personale Supervisore: Dr. ████.

Equipaggiamento: Nessuno.

Note Extra: Fino a quel momento erano stati condotti ██ tentativi di esplorazione, ma a causa della mancata cooperazione dei soggetti, sono stati perlopiù privi di successo. SCP-3007-2GV si è offerto come volontario, esprimendo un forte desiderio di assistere nella compressione e nel possibile trattamento di SCP-3007-1.

<INIZIO LOG (08:30, 14/07/20██)>

SCP-3007-2GV: Dottore? È cominciato. Riesco a vedere la città.

Dr. ████: Riesce a vedere la colonna?

SCP-3007-2GV: Sì, non è lontana. Penso che riuscirò a raggiungerla entro un'ora, se non incontro imprevisti.

Dr. ████: Prego, proceda come discusso.

SCP-3007-2GV: Va bene. Oh, Cristo, che casino.

Si sente il suono di passi irregolari su un materiale metallico, con un leggero eco.

SCP-3007-2GV: Uh… sono quasi caduto. È davvero strano non avere la sensazione del tatto, qui dentro. Okay. Sto bene ora.

Il rumore di passi riprendono, ora molto più regolari. Il soggetto rallenta occasionalmente, probabilmente per evitare ostacoli sul terreno.

Dr. ████: Prego, descriva l'ambiente circostante, e ci notifichi se ci sono differenze rispetto alle sue esperienze precedenti.

SCP-3007-2GV: Finora, è tutta roba che ho già visto. Gli edifici sono alti chilometri. Sono piuttosto sicuro che siano fatti di metallo, come la superficie su cui sto camminando al momento. Ci sono ponti ovunque, incrociandosi ed unendosi come ragnatele. Sono perlopiù intatti, quindi posso passare da uno all'altro senza problemi, finché sto attento. Per quanto riguarda l'ora- non è troppo buio, quindi penso che sia mattina pre-

C'è un leggero scricchiolio, seguito da una bestemmia da parte del soggetto.

SCP-3007-2GV: Diavolo, ho calpestato la sua gamba… Oh Dio, l'odore. Pensavo di essermi abituato.

I passi riprendono, ma il soggetto sta respirando pesantemente.

SCP-3007-2GV: Ci sono molte altre di queste cose in giro, ma a giudicare dalla puzza, deve essere molto peggio all'interno degli edifici. Preferirei non entrarci, e limitarmi a rimanere all'esterno, a voi va bene?

Dr. ████: Va benissimo. Continui pure.

Il soggetto procede per quindici minuti senza che succeda nulla di nota. Durante questo periodo di tempo, i rapporti consistono nel danno osservabile delle strutture. I resoconti sono consistenti con quelli fatti dai precedenti soggetti.

SCP-3007-2GV: Mi sto avvicinando, ma c'è altra roba strana qua in giro. C'è un jet da combattimento con sei ali, è schiantato su un ponte sotto di me. Penso che sia lì da un bel po'. [[Pausa]] Riesco a vedere il pilota nell'abitacolo. Cazzo… È diviso in due, una metà che penzola da ciascuno lato. Dio, questo posto è davvero da pazzi.

Dr. ████: Ci sono altri velivoli?

SCP-3007-2GV: Sì, sono ovunque, e il numero continua a crescere. Non mi avevate detto che sarebbe stato così, Dottore.

Dr. ████: Infatti. Lei è il primo soggetto che è arrivato fin qui, quindi è anche il primo ad avere registrato questa occorrenza.

SCP-3007-2GV: Okay. Quindi immagino dovrei fare attenzione. Non ho idea di cos'altro questo posto ha in serbo per me. Oh, e l'odore sta diventando più forte. Mi sta facendo venire da vomitare.

Dr. ████: Interessante. Riprenda l'esplorazione, prego.

SCP-3007-2GV: Come preferisce.

Il soggetto continua a riportare istanze di velivoli danneggiati, ammontando a quaranta identici velivoli all'interno del suo raggio visivo. Venti minuti dopo, i passi del soggetto iniziano a rallentare.

SCP-3007-2GV: Okay, sono arrivato alla colonna. È molto più grande di quanto pensavo all'inizio. È un cilindro, largo circa quaranta metri. Forse di più.

Dr. ████: Ha delle caratteristiche insolite?

SCP-3007-2GV: Uhm, riesco a vedere che ci sono delle parti colorate, probabilmente decorazioni. Ci sono dei gradini attorno ad essa, che portano verso la cima. E l'odore è… Oh, Cristo.

Dr. ████: Qualcosa non va?

SCP-3007-2GV: I cadaveri. Un'intera dannatissima folla. Sono raccolti attorno alla base della colonna, schiacciati insieme. Non riesco nemmeno a contare quanti ce ne sono… Cristo…

Dr. ████: La prego di mantenere la calma, e di osservare il livello di ostruzione. È in grado i raggiungere i gradini?

SCP-3007-2GV: Aspetta, vuoi- vuoi che passi sopra quei cosi? No, col diavolo. Mai.

Dr. ████: La prego di continuare. Si è offerto volontario, non è così?

SCP-3007-2GV: Non mi avevate detto che avrei dovuto fare questo!

Dr. ████: Ed è questo lo scopo di questa esplorazione, Mr. R█████. Al momento, ci mancano informazioni sufficienti per comprendere queste allucinazioni, e abbiamo bisogno della sua cooperazione. Ci può aiutare a trovare un trattamento per la sua condizione, e così non dovrà più visitare questo posto.

SCP-3007-2GV rimane in silenzio per quasi un minuto.

SCP-3007-2GV: E va bene, ci provo. So-solo per questa volta… Dio, che follia.

Il respiro del soggetto diventa affannato, il ritmo dei passi aumenta. Si sentono degli scricchiolii soffocati, insieme alle imprecazioni del soggetto, che occasionalmente inciampa. Dopo tre minuti, i suoni diminuiscono in frequenza. C'è una serie di picchiettii rapidi, seguiti da un colpo più forte. Il soggetto comincia ad ansimare rumorosamente.

SCP-3007-2GV: Cristo, mai più… cazzo…

Si sentono brevemente dei rumori raschiati, seguiti da qualche passo lento.

Dr. ████: Mr. R█████? Non sappiamo quando tornerà qui, quindi la pregherei di non indugiare e di iniziare la scalata.

SCP-3007-2GV: Ho capito, lo stavo giusto per fare. Più sono lontano da quelle cose, meglio è. [Pausa] Dottore? Quei corpi. Sono tutti pressati insieme come se si stessero arrampicando l'uno sull'altro per arrivare a questa colonna. E… e alcuni di loro, quelli che hanno ancora delle teste, stanno guardando in alto, come se mi stessero fissando. O come se stessero fissando ciò che c'è in cima alla colonna, immagino. Cazzo, è inquietante. Ora salgo.

Il suono di passi riprende. Il soggetto rimane in silenzio per diversi minuti. Gradualmente, un leggero sibilio inizia ad emergere, presumibilmente vento causato dall'altezza a cui si trova il soggetto.

SCP-3007-2GV: Dottore? Questo posto mi sta veramente mettendo a disagio.

Dr. ████: È comprensibile, vedendo ciò che ha riportato finora.

SCP-3007-2GV: No, Dottore, lei non capisce. Non sono soltanto i cadaveri e gli edifici. Questo posto non è normale. Ciò che è accaduto a questo posto non è normale. Prima pensavo che si trattasse di un qualche disastro naturale, come un terremoto o una pioggia di meteore. Pensavo che fosse stato qualcosa del genere a distruggere la città. Ma ora che sono qua sopra, posso dire che è tutto sbagliato.

Dr. ████: Cosa glielo fa pensare?

SCP-3007-2GV: Beh, da qua sopra, ho notato qualcosa di insolito riguardo gli edifici. Non sono stati soltanto ridotti in macerie, né sono semplicemente esplosi. Alcuni di essi sono stati attorcigliati, tagliati a metà, o anche schiacciati, come argilla. Come se fossero stati deformati. Come dei cavi piegati da un bambino in forme strane.

Il vento diventa più udibile mentre il soggetto ascende.

SCP-3007-2GV: Penso che sia così anche per i jet, e i cadaveri. La maggior parte di essi avevano lineamenti umani, come se prima erano persone. Un terremoto non li avrebbe ridotti così. Non avrebbe senso. Qualunque cosa sia successa qui, non ha semplicemente distrutto questo luogo. Ci ha giocato.

Dr. ████: Ricevuto. Prego, proceda.

Il volume del vento continua ad aumentare. Il rumore di passi si ferma.

SCP-3007-2GV: Okay, sono arrivato al primo dipinto. È stretto, e più alto di me. Ne riesco a vedere altri attorno alla colonna, vicino alle scale. È come se l'avessero costruita soltanto per esporli.

Dr. ████: Può descrivermelo?

SCP-3007-2GV: Penso che stia raccontando una storia. C'è un gruppo di persone, che ha in mano diversi oggetti. Stanno sorridendo, ma a parte quello, le loro facce non hanno altri tratti. C'è una strana creatura blu, ma potrebbe trattarsi di una rappresentazione esagerata di una persona. Le linee in secondo piano assomigliano agli edifici della città. Non ne sono sicuro; lo stile è surreale e difficile da descrivere. È completamente diverso da ciò che faccio di solito, ma posso provare a riprodurli quando torno.

Dr. ████: Sì, sarebbe certamente d'aiuto.

SCP-3007-2GV: Okay, vedo se riesco a memorizzare anche gli altri.

Il rumore di passi riprende e continua per altri cinque minuti.

SCP-3007-2GV: Sono arrivato al secondo. È ancora meno comprensibile, ma riesco a vedere dei velivoli. Sei ali, come quelli che ho trovato prima.

Non vi sono rapporti per cinque minuti. La durata della pausa implica che i dipinti siano disposti ad intervalli regolari sulla colonna.

SCP-3007-2GV: Cristo… questo è inquietante. Ci sono alcuni di quelle creature morte sopra, ma queste sembrano essere ancora vivo. Dio, mi sembra quasi di sentire di nuovo il loro odore.

Dr. ████: Potrebbe essere soltanto la sua immaginazione. Negli ultimi cinquanta minuti è stato particolarmente disorientato e messo sotto una notevole quantità di stress, quindi è perfettamente normale confondere allucinazioni con la realtà.

SCP-3007-2GV: Non sono più sicuro di cosa sia reale e cosa no.

Cinque minuti di silenzio.

SCP-3007-2GV: C'è di nuovo quella puzza. Mi sono allontanato dai cadaveri, ma non sta svanendo. A dire il vero, penso che si stia avvicinando.

Dr. ████: La prego di mantenere la calma, Mr. R█████. È perfettamente al sicuro, glielo assicuro.

Cinque minuti di silenzio.

SCP-3007-2GV: Questo… mostra delle persone con delle linee che escono dal loro cervello, e sembrano essere collegate alla colonna. Pensi che io sia uno di questi?

Dr. ████: Un'osservazione interessante.

SCP-3007-2GV: Sì, penso che potrebbe aiutarmi a capire cosa sta succedendo qui. Dio… non ce la faccio più.

Per i cinque minuti seguenti, il soggetto continua ad ascendere borbottando incoerentemente.

SCP-3007-2GV: Sono quasi in cima, e la puzza si è fatta davvero forte. Dottore, non so cosa ci sia là sopra, e non sono sicuro di volerlo sapere.

Dr. ████: Mr. R█████, la prego di continuare. È arrivato troppo lontano per potersi arrendere ora.

SCP-3007-2GV: Dottore, io… Eh, immagino che tu abbia ragione. Tanto vale arrivare fino in fondo.

Il vento è particolarmente rumoroso, quasi soffocando il rumore dei passi del soggetto mentre calpesta una superficie differente. Il soggetto comincia ad urlare incoerentemente. C'è un tonfo seguito da un rumore strisciato.

SCP-3007-2GV: Oh mio Dio… che cazzo è quello? Che cazzo è quello! [Vomita]

Si sente il rumore di un pianto.

Dr. ████: Che cosa vede?

SCP-3007-2GV: Non ne ho idea, cazzo. È tutto secco come quelli che ho visto prima, ma è- è gigantesco! Ha una faccia dieci volte più grande della mia e il corpo oh Cristo ha tantissime braccia e ne mancano dei pezzi ed è arrotolato- [Urla]

Dr. ████: Mr. R█████, la prego di non lasciarsi prendere dal panico. È morto, non è così? Non può farle del male.

SCP-3007-2GV: No, Dottore, non è soltanto il cadavere, è anche il dipinto su cui si trova. L'ultimo. Non penso che sia finito ma riesco a vedere… Oh Dio… perché è qui? È un fottutissimo [REDATTO - VEDI ADDENDUM 4]

Dr. ████: Ne è certo?

SCP-3007-2GV: Ovvio che sì! Chiunque rico-

Il soggetto si ferma improvvisamente, e dopo un breve momento di confusione, dichiara che SCP-3007-1. Nonostante si trovi in un stato emozionale particolarmente instabile, il soggetto dichiara di essere in grado di ricordare le immagini chiaramente.

<FINE LOG (09:41, 14/07/20██)>

Dichiarazione Finale: Se il resoconto di SCP-3007-2GV è affidabile, sono certo che riusciremo ad ottenere informazioni riguardo SCP-3007-3 dalle immagini che ricreerà. - Dr. ████

Addendum 3: 25/09/20██. Riproduzione grafica dei dipinti sulla superficie della colonna, creati da SCP-3007-2GV. Le immagini sono state mostrate ad altri soggetti che hanno partecipato in spedizioni seguenti, i quali hanno confermato che fossero fedeli ai dipinti originali.

1.jpg

3007.A

2.jpg

3007.A

3.jpg

3007.A

4.jpg

3007.A

5.jpg

3007.A

Addendum 4: 27/12/20██. Allegato 3007.B, riproduzione del dipinto finale, localizzato in cima alla colonna.

Earth

3007.B

versione della pagina: 2, ultima modifica: 06 Apr 2020 17:57
Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License

Privacy Policy of website